Elimina le trappole mentali che ti fanno perdere denaro

Scopri come i bias cognitivi influenzano le tue scelte in ambito finanziario e come difenderti

C’è un motivo ben preciso per cui risparmiatori e investitori di tutto il mondo tendono a reagire esattamente nello stesso modo di fronte ai cali di mercato. La reazione che si scatena è di panico vero e proprio, perché il nostro cervello non fa alcuna distinzione tra perdere denaro e perdere la vita.

Le aree neurali del cervello che si attivano sono esattamente le stesse.

Il nostro cervello infatti non conosce la differenza tra pericolo reale e pericolo percepito: è tarato per reagire a quelli che in gergo si chiamano “falsi positivi”. È per questo che Thaler, premio Nobel per l’economia statunitense, durante un’intervista, alla domanda: “Che cosa consiglierebbe ad un investitore che accende la TV e apprende la notizia di un crollo dei mercati del 3%?”, rispose candidamente:

“Beh, direi di spegnere la TV!”
Richard Thaler, Premio Nobel per l’Economia

Ogni giorno prendiamo qualcosa come 35.000 decisioni. Se togliamo le ore dedicate al sonno, significa all’incirca una decisione ogni 2 secondi, ossia 2.000 decisioni all’ora!*

Se non fosse sufficiente, a livello di carico cognitivo l’entità e la complessità della decisione non incide sullo sforzo. Vale a dire che, indipendentemente dal fatto che si tratti di una decisione semplice, il carico di lavoro per il nostro cervello è il medesimo.

Ed è proprio per questo motivo che ricorriamo a delle scorciatoie di pensiero – o euristiche – per semplificarci la vita.

Il che è ottimo se sei un uomo delle caverne che cerca di sopravvivere.
Un po’ meno se stai investendo i tuoi soldi.

Oltre alle euristiche, a causa di come il nostro “sistema operativo” è tarato, siamo soggetti a degli errori di pensiero – o bias cognitivi – che ci impediscono di essere obiettivi e, in alcuni casi, di compiere le scelte migliori per noi.

Delle vere e proprie trappole mentali che, se non impariamo a riconoscere e soprattutto a gestire – distruggono valore. Insomma: ci fanno perdere denaro.

Conoscere il nome delle trappole mentali a cui siamo tutti naturalmente esposti non è sufficiente. Bisogna imparare a riconoscerne e mitigarne gli effetti. E, se  possibile, a eliminarli. Applicando dei protocolli semplici che permettano di ingaggiare il pensiero critico e bypassare l’emotività.

* Daum “How to make great decisions (most of the time)” 2012

Nel mio corso Trappole Mentali scoprirai:

– come funziona il processo decisionale, ossia come prendi decisioni;
– quali distorsioni – o trappole – ti influenzano, nella vita quotidiana come nelle decisioni di investimento;
– come ridurre l’emotività e predere decisioni più efficaci, ingaggiando il pensiero critico.

 

Corso realizzato come parte integrante del percorso formativo per investitori della scuola online di Investment Academy